L’unione fa la forza

Già, l’unione fa la forza. Quante volte abbiamo usato questa frase per indicare il desiderio di raggiungere un obiettivo di qualsiasi genere. Poi, specie se questo scopo ha un fine sociale, tutto si ingigantisce in maniera tale da toccare le nostre coscienze, pensando proprio che soltanto unendosi si può vincere. E quando questa unione si richiede proprio attraverso una partita di calcio, ecco che il messaggio di aiuto diventa ancor più altisonante. Apprendiamo in questi giorni che Linguadoc, con Palio dei Quartieri, Polis cultura, ASD Sporting Torino, ha organizzato per il 29 luglio alle ore 20,00 presso il Circolo della Stampa Sporting di Corso Agnelli 45 a Torino, una partita di calcio intitolata – “Pirandello vs Soriano”. Il match calcistico inserito nell’ambito nei vari appuntamenti culturali che fanno parte del XV Festival Nazionale Luigi Pirandello e del ‘900 – 2021 – si avvale di tanti professionisti torinesi che si incontreranno nel campo di calcio del Circolo della Stampa Sporting, per raccogliere fondi a beneficio del laboratorio di microbiologia e virologia che si trova presso il padiglione H dell’Ospedale Amedeo di Savoia di Torino. Coloro i quali volessero fare la loro donazione potranno avvalersi di questo IBAN Bancario IT24 K030 6901 0201 0000 0300 046. Appoggiamo come sempre questa ammirevole iniziativa di Linguadoc e del direttore artistico del XV Festival Nazionale Luigi Pirandello e del ‘900, il regista Giulio Graglia, il quale ormai da tanti anni è l’anima pensante di questo evento annuale che oggi è diventato uno dei più importanti appuntamenti culturali del Piemonte. Arte, cultura e sport si raggruppano in un unico contenitore dedicato al grande drammaturgo siciliano. “La vita non si spiega, si vive” disse Luigi Pirandello. Sì, proprio questo significato è il motivo portante di un Festival che nonostante gli sforzi organizzativi che ogni anno sono sempre più impegnativi, resta sempre per la sua qualità culturale un momento cui accostarsi con piacere, arricchendo anche la propria interiorità. E’ la grande letteratura pirandelliana che non ingiallisce mai, che non opacizza significati che ci piace sempre ripassare, mettendo a fuoco ciò che nel tempo ci è sfuggito. Proprio come il senso altruistico che ci viene proposto da un incontro di calcio che si presenta con sentimenti di partecipazione verso la ricerca scientifica, così messa a dura prova soprattutto nel nostro tempo in cui il covid sars 19 ha creato ferite profonde difficilmente rimarginabili.

Salvino Cavallaro

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi