Veronica Maya conduce “L’Italia che fa”, dal 1° giugno su Rai2

Un nuovo programma dedicato alle storie e ai desideri di chi si impegna per gli altri: “L’Italia che fa”, condotto da Veronica Maya, da lunedì 1 giugno su Rai2 alle 16.10.

Progetti e storie di enti non profit che già prima dell’emergenza Covid-19 erano impegnati per il bene comune, in servizi diretti alle categorie fragili.

“L’Italia che fa”, in onda dal lunedì al venerdì, ad ogni puntata farà conoscere ai telespettatori quattro storie di comunità locali, coinvolgendo Il pubblico a casa, attori e beneficiari dei progetti su diversi fronti: dai bambini agli anziani, dalla cultura all’educazione, all’ambiente. 

Il programma si pone come ponte tra il pubblico e i temi trattati, con funzioni di sportello di servizio: la redazione del programma – all’indirizzo email sportello@italiachefa.it – raccoglierà segnalazioni, richieste e proposte da parte dei telespettatori che vogliono impegnarsi in prima persona, fare qualcosa di utile e concreto per la società e per l’ambiente che li circonda. 

Lunedì 1 giugno il programma aprirà con il progetto EXMÈ di Cagliari, dove nel quartiere Santa Teresa di Pirri in pochi anni l’“Ex Mercato Civico”- EXME’ è stato trasformato nel baricentro di una piccola e felice rivoluzione che mette in discussione i paradigmi della periferia trasformandolo in un centro giovani per coinvolgere i ragazzi in attività creative di aggregazione e offrire alle famiglie un sostegno nei momenti più difficili. In collegamento il conduttore di “Quelli che il calcio” e attore Paolo Kessisoglu. A discuterne in studio Elisabetta Soglio, responsabile del settimanale di Corriere della Sera “Buone Notizie” che per tutta la settimana approfondirà i temi trattati fornendo un punto di vista innovativo.

Martedì 2 giugno saremo a Modena dove dal 2016 più di 20 famiglie hanno accolto minori stranieri non accompagnati presenti sul territorio della città e della provincia. L’esperienza di ospitalità è finalizzata all’autonomia dei giovani e alla loro inclusione sociale. WelcHome consente infatti a questi giovani, in una fase delicatissima della loro vita, di recuperare una dimensione di affettività familiare che favorisca l’apprendimento della lingua italiana. In collegamento l’attrice e conduttrice televisiva Patrizia Pellegrino.

Teatro e musica arrivano invece mercoledì 3 giugno da Milano, in collegamento l’attore Paolo Conticini,  con il progetto PUNTOZERO al carcere Beccaria con l’associazione Puntozero che insegna ai ragazzi detenuti i diversi mestieri che entrano in gioco nella produzione di spettacoli (montatori, addetti luce, attori, scenografi…), in modo che in futuro possano spendersi nel mercato del lavoro.

Giovedì 4 giugno a Padova conosceremo il progetto #CLOSED4WOMEN dove durante l’emergenza Covid-19 ActionAid ha dato vita ad un fondo di pronto intervento per permettere ai centri antiviolenza di sostenere le spese impreviste e per continuare a supportare le donne assistite nell’attuale fase di emergenza anche nel periodo post-emergenza, assicurando una risposta rapida e efficace alla crescita esponenziale della violenza di genere durante il periodo di isolamento forzato in casa causato dalla pandemia.

Venerdì 6 giugno in studio tornano protagoniste tutte le realtà della settimana con un racconto corale assieme agli ospiti che hanno partecipato alle diverse puntate e ad un’ospite finale, Maria Grazia Cucinotta. Un modo nuovo per creare nuove connessioni tra progetti e persone.

 Obiettivo del programma è raccontare l’Italia che fa, quella che unisce gli sforzi tra istituzioni, aziende e terzo settore, affrontando tematiche e situazioni che toccano da vicino il quotidiano di ogni famiglia con problematiche da affrontare, con impegno, fiducia, passione e professionalità. Con uno sguardo verso il futuro. 

L’ITALIA CHE FA è un format Branded Content ideato, scritto, realizzato e prodotto da Libero Produzioni Televisive  in collaborazione con Rai Pubblicità.

L’ITALIA CHE FA è un programma di Marco Falorni e Andrea Frassoni. Regia Giovanni Caccamo, direttore della fotografia Giorgio Gorgatti, scenografia Barbara Fizzotti.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi