Amedeo Minghi E Irene Fornaciari nel roster di DM Produzioni, la società di Danilo Mancuso neoeletto Consigliere AFI

Milano. – DM Produzioni di Danilo Mancuso, neoeletto nel consiglio nazionale dell’AFI (Associazione Fonografici Italiana) che dal 19 marzo ha una nuova Governance, amplia ulteriormente il roster con l’ingresso di Amedeo Minghi e Irene Fornaciari.
Sono orgoglioso di essere stato eletto consigliere del direttivo della storica Associazione dei Discografici Italiani – commenta Mancuso – spero di poter dare il mio apporto per il riconoscimento e la tutela del patrimonio musicale nazionale”.
Amedeo Minghi, cantautore, compositore, arrangiatore, produttore, con 30 album all’attivo, 18 singoli e 5 dvd è considerato fra i cantautori più rappresentativi nel panorama della musica italiana d’autore.  Ha scritto inoltre colonne sonore per la fiction, gli sceneggiati tv e il cinema.
Irene Fornaciari da sempre attratta dalle sonorità del soul, del blues e dell’R&B, si distingue per la voce possente e duttile, partecipa a quattro edizioni del Festival di Sanremo e nel 2012 riceve il Premio Mia Martini: “…per essersi imposta nel panorama musicale italiano come rivelazione femminile degli ultimi anni, grazie alle sue doti vocali e alle sue scelte artistiche. Una giovane artista che ha conquistato traguardi prestigiosi e che è diventata tra le nuove stelle del panorama pop italiano più raffinato e ricercato”.
La società DM Produzioni, presente nel mercato italiano della musica live da oltre vent’anni, è tra le realtà più importanti di booking di artisti italiani per il mercato estero, come attesta la lunga attività svolta per Toto Cutugno, “l’italiano nel mondo” e i successi del tour dei Ricchi e Poveri.
La struttura, attualmente, cura il management di Roberto Vecchioni, uno dei padri della musica d’autore italiana, di Toto Cutugno, dei Ricchi e Poveri e di Danilo Sacco.

AFI
L’Associazione Fonografici Italiani, riunisce e rappresenta i produttori di fonogrammi e video musicali, tutelando e promuovendo gli interessi collettivi dell’industria del settore musicale. Dal 1933 ad oggi, AFI tutela e difende la cultura musicale italiana, sostenendola presso le Istituzioni politiche nazionali e comunitariePer ulteriori informazioni: http://www.afi.mi.it.

C.S.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi