L’Italia giù dal podio dei consumatori mondiali di vino

vino
L’Italia perde il primato tra i principali Paesi consumatori di vino al mondo, preceduta da Stati Uniti e Francia e raggiunta dalla Germania. E’ quanto emerge dall’analisi condotta dalla Coldiretti sulla base dei dati dell’Organizzazione mondiale del Vino e della Vite (Oiv).
Dai dati, relativi al 2015, emerge che per la prima volta l’Italia è stata raggiunta dalla Germania, con un consumo complessivo pari a 20,5 milioni di ettolitri. Ad aggiudicarsi il primo posto sono gli Stati Uniti (30,1), seguiti dalla Francia (27,2). Restano sostanzialmente stabili i consumi mondiali, che nel 2015 sono stati pari 240 milioni di ettolitri, contro i 239 dell’anno precedente.
Il risultato sarebbe la conseguenza di quella che la Confederazione Nazionale dei Coltivatori Diretti definisce “una vera rivoluzione del mondo del vino”, avvenuta a partire dagli italiani, che negli ultimi dieci anni avrebbero detto addio a quasi un bicchiere di vino su quattro. “Il risultato” – rileva l’associazione – “è che la quantità di vino Made in Italy consumato in Italia è risultata addirittura inferiore di quella bevuta fuori dei confini nazionali”.

Redazione LU Magazine

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi