Sette i segnali di allarme per la dipendenza da shopping

Shopping mania
Sono sette i segnali che indicano la dipendenza dallo shopping. Ad identificarli è uno studio dell’Universita’ di Bergen in collaborazione con la Stanford University, l’Ucla e la Nottingham Trent University, pubblicato su Frontiers in Psychology che ha realizzato una vera e propria scala di misurazione della ‘sindrome da shopping’.
Il primo indizio è l’attitudine a pensare sempre alle cose da comprare; a seguire ci sono l’atto di spendere per migliorare l’umore, l’impatto negativo dei tanti acquisti sulle attività giornaliere (come lavoro o scuola), il bisogno di acquistare sempre di più per ottenere sempre lo stesso grado di soddisfazione, il voler acquistare meno ma non riuscire a farlo, il sentirsi male se per qualche motivo viene impedito di fare shopping, e l’idea che comprare tanto abbia compromesso il proprio benessere. Basta avere quattro segnali su sette per essere a rischio di dipendenza da shopping.
Dalla ricerca emergono anche alcuni tratti di chi è dipendente da shopping: a esserne colpite sono soprattutto le donne. “E’ predominante tra le donne, inizia nella tarda adolescenza, emerge in genere nell’età adulta e sembra diminuire con l’età “, spiega Cecilie Schou Andreassen, autrice dello studio. Un altro dato e’ che gli ansiosi sembrano essere più a rischio, mentre gli estroversi utilizzano lo shopping per migliorare il proprio status sociale.

Redazione LU Magazine

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi