Max Gazzè in concerto alla Reggia Designer Outlet di Marcianise: quando la musica è “sotto casa”

11216836_1648028558753417_273399511689351273_nUna piazza entusiasta batte le mani a ritmo di musica e balla con energia sotto le stelle. “Il cuore stanco infondo ad un bagno di sudore” canta Max Gazzè dal palco del Summer Festival 2015 della Reggia Designer Outlet di Marcianise (CE), e non c’è frase più vera. Il caldo veste la pelle scoperta, ma è la voglia di divertimento a riscaldare l’atmosfera. Alle ore 21 del 1 Agosto “il padrone della festa” (per citare l’album scritto di recente da Gazzè in collaborazione con gli amici di sempre, Niccolò Fabi e Daniele Silvestri, che ha riempito i club europei prima e i palasport italiani poi) ha fatto il suo ingresso sul palco, per inaugurare il “Coast to Coast Tour”, un viaggio musicale pensato in omaggio al film “Basilicata coast to coast” che, uscito nel 2010, vedeva Max Gazzè nel ruolo di Franco Cardillo, uno di protagonisti della pellicola.
Accompagnato dal sound del suo inseparabile basso, il cantautore romano ha coinvolto il pubblico della Reggia in un concerto gratuito, eseguito con grinta e stile. Intonando i brani più longevi della sua carriera e i successi che hanno fatto storia, come: Cara Valentina, A cuore scalzo, Il timido ubriaco, La favola di Adamo ed Eva, L’uomo più furbo, Mentre dormi, Il solito sesso o Vento d’estate, Gazzè ha conquistato a colpi di melodie e di dolci sorrisi la calorosa piazzetta dell’Outlet. 11060053_1648028712086735_4394607759809795202_n
Con l’aria da sornione scanzonato e una raffinata gestualità (che accompagna come musica le parole dei suoi brani) il cantautore romano ha deliziato i presenti anche con pezzi più recenti del suo repertorio, quali I tuoi maledettissimi impegni, Sotto casa (presentati entrambi al Festival di Sanremo 2013) e la romantica L’amore non esiste, baluardo dell’album Il padrone della festa.
Il tocco strumentale di Gazzè non delude e riesce a stravolgere anche le note più semplici del pentagramma. Allora ecco che una traccia tradizionale come Annina diventa un’esplosione di accordi e di slap, su cui scatenarsi e cantare a squarciagola.
Perfetta la chiusura con Una musica può fare, accompagnata dal virtuosismo di un’armonizzazione della scala cromatica, eseguita in accordo orchestrale con la sua band storica, gli stessi musicisti che lo accompagnano ormai da anni: Giorgio Baldi alle chitarre, Clemente Ferrari ai tasti bianchi e neri, Cristiano Micalizzi alla batteria e Max ‘Dedo’ De Domenico agli strumenti a fiato.
Il concerto è finito, la piazza si spopola. La gente si rifugia nei negozi, aperti fino a mezzanotte per l’occasione. Ma l’estate continua altrove, coast to coast, come la musica ricercata di Max Gazzè.

 

Rossella Capasso

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi