Arturo Sepe: con Maurizio Casagrande c’è sempre tanto da imparare

L’attore racconta la sua esperienza sul set “Babbo Natale non viene da Nord”.
Casagrande e Sepe
Sono da poco terminate, nella splendida cornice di Salerno, le riprese del film “Babbo Natale Non Viene Da Nord” diretto ed interpretato da Maurizio Casagrande che vede il debutto sul grande schermo della cantante Annalisa Scarrone. A completare il cast: Eva Grimaldi, Milena Miconi, Angelo Orlando ,Chicco Paglionico, Giampaolo Morelli, Tiziana De Giacomo e in un cameo sia Maria Grazia Cucinotta che Arturo Sepe.
Al centro della vicenda un padre superficiale e bugiardo che cerca di recuperare il rapporto con la figlia India, cantante di talento ma di scarso successo.
Con Maurizio c’è un rapporto di grande stima reciproca, per me è più che un semplice regista o capocomico, è un amico, un fratello maggiore,un maestro di vita e di set. Una persona con cui confrontarsi che ascolta le tue idee e non dà mai nulla per scontato .Ti corregge, ti guida e allo stesso tempo ti “ascolta”e anche se sei l’ultima ruota di un grande carro ti rende speciale!
Maurizio già mi conosce bene artisticamente perchè insieme abbiamo girato l’Italia con il suo spettacolo ‘Anche l’occhio vuole la sua parte’. Per questo ruolo è successo tutto molto in fretta, con una telefonata. Mi ha detto: Ciao Arturo, avrei un piccolo ruolo per te nel mio film ti giro la sceneggiatura. Fammi sapere se ti piace.
Ed io: Non c’è bisogno che la legga, anche se mi avessi invitato a prendere un caffè sul tuo set la risposta sarebbe stata la stessa. Sul Set di Maurizio Casagrande c’è sempre tanto da imparare!
Alla fine è venuta fuori, a detta di Maurizio, una tra le scene più comiche del film.
Mi sono divertito tantissimo sul set, soprattutto ho ritrovato alcuni compagni di palcoscenico come: il bravissimo Michele Caputo, l’autore Francesco Velonà e la bella e sorprendente Tiziana De Giacomo, anche loro parte integrante del film
”.
“Babbo Natale Non Viene Da Nord” sarà disponibile nelle sale cinematografiche a fine 2015.

Redazione LU Magazine

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi