Lino Banfi racconta… A Piano di Sorrento (NA) la consegna del premio speciale dedicato a Dino Verde

_
Banfi_Premio Penisola Sorrentina
Dopo il grande successo del gala di premiazione, il “Premio Penisola Sorrentina – Arturo Esposito” regala ancora un momento emozionante. Sabato 29 novembre alle ore 19 a Piano di Sorrento avrà luogo uno special event in omaggio a Dino Verde, a 10 anni dalla morte del papà del varietà televisivo e dell’umorismo. Tale evento segnerà la chiusura delle manifestazioni 2014 della rassegna culturale organizzata e diretta da Mario Esposito (inserita nel cartello dei Grandi Eventi della Regione Campania), e farà da ponte con la prossima edizione: il ventennale.
La serata si svolgerà nella sala di rappresentanza del Palazzo di Città dove l’Assessore al turismo e Beni culturali della Regione Campania Pasquale Sommese consegnerà a Lino Banfi il premio speciale Dino Verde 2014, insieme con il figlio Gustavo.
“Dino Verde era per me un fratellone grande. Gustavo è il fratellino. La famiglia Banfi è mezza Verde e mezza Banfi”. Così l’attore pugliese che era legato da una profondissima amicizia non solo lavorativa con Verde. Ad accompagnare Banfi ci saranno, infatti, anche i figli Walter e Rosanna (che pure ha collaborato e lavorato con Verde). Tra gli ospiti Paola Comin e il produttore cinematografico Bruno Altissimi.
L’attore incontrerà il pubblico parlando del suo passato, del varietà, della carriera, delle amicizie comuni, con incursioni nei grandi successi di Dino Verde: da “Scanzonatissimo” a “I tre moschettieri”. La serata sarà arricchita da alcuni brani delle pellicole più celebri di Banfi diventate degli autentici cult come “Vieni avanti cretino”, “Il commissario Lo Gatto” e “L’allenatore nel pallone”.
“Lino vince questa sezione dedicata a papà per la sua capacità di farci ridere e sorridere senza dimenticare i sentimenti – commenta Gustavo Verde. I due erano legati da una profonda stima avendo lavorato insieme in televisione nella commedia musicale Arcobaleno, per la regia di Gino Landi, ed in radio in “Che domenica ragazzi”.

C.S.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi