Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di altri siti, per inviare messaggi pubblicitari mirati. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all'uso dei cookie.

Tag: Ferzan Özpetek

Il 5 maggio, presso la Feltrinelli di Napoli, Ferzan Ozpetek racconta “Napoli Velata”

Un incontro imperdibile per chi ama il cinema. Sabato 5 maggio, alle ore 12 presso la Feltrinelli di Piazza dei Martiri di Napoli (in via Santa Caterina a Chiaia 23), il regista Ferzan Ozpetek incontrerà il pubblico in occasione dell’uscita del Dvd e del Blu-rayTM di “Napoli Velata”, avvincente thriller dai toni passionali e misteriosi interpretato da Giovanna Mezzogiorno e Alessandro Borghi, e vincitore di due Premi David di Donatello per la Miglior Scenografia e Miglior Fotografia.
Nel corso dell’incontro moderato da Titta Fiore, giornalista de Il Mattino e presidente della Fondazione Film Commission Regione Campania, Ozpetek parlerà della Napoli che ha voluto raccontare in questa pellicola sospesa tra magia e sensualità, ragione e follia racchiusa in un amore improvviso.
Subito dopo l’incontro, Ferzan Ozpetek incontrerà il pubblico e firmerà le copie del film (con priorità per chi acquista il Dvd e Blu-rayTM) disponibile già dal 2 maggio con Warner Bros. Entertainment Italia. Grazie ai contenuti speciali inclusi in queste edizioni Home Video gli spettatori potranno scoprire curiosità e segreti del film, oltre ai commenti degli attori e alle immagini di backstage.

Una sera ad una festa Adriana (Giovanna Mezzogiorno) incrocia gli sguardi seducenti e provocatori di Andrea (Alessandro Borghi), un giovane attraente e sicuro di sé. Lei non riesce a sottrarsi a quella schermaglia sensuale e i due trascorrono così la notte insieme. Ma non sembra chiudersi tutto lì, si danno, infatti, appuntamento per il giorno dopo. In lei cresce rapidamente un sentimento più forte, forse l’inizio di un grande amore che potrebbe cambiarle la vita. La svolta arriva, ma diversamente da come si aspettava. La situazione precipita quando lei rimane coinvolta in un delitto che la trascina al centro di un’indagine dai contorni inquietanti. Uno scossone capace di minare ogni sua certezza. Involontariamente, senza possibilità di scampo, s’infila in un percorso dentro la più segreta zona d’ombra della propria personalità. In una Napoli sospesa tra magia e sensualità, ragione e follia, un mistero avvolge l’esistenza di Adriana, travolta da un amore improvviso e un delitto violento.

 

 

 

 

C.S.

Il 2 marzo a Roma la Festa dei 40 anni dell’Associazione di Scenografi, Costumisti e Arredatori italiani

L’A.S.C. compie 40 anni e festeggia le realizzazioni a livello nazionale e internazionale dei suoi Associati: Scenografi, Costumisti e Arredatori Italiani del Cinema, del Teatro, della Televisione, dei Grandi Eventi e del Live Performance. I professionisti della A.S.C. – il cui presidente è il costumista Carlo Poggioli – con la loro creatività, unita alla inimitabile maestria artigianale, rappresentano un’eccellenza mondiale e la categoria professionale più esportata all’estero. Collettivamente, scenografi, costumisti e arredatori Italiani hanno totalizzato ben 69 nominations al Premio Oscar (tra cui anche quella di quest’anno di Alessandra Querzola che concorre nella categoria Arredamento), ottenendo 18 vittorie dell’ambita statuetta e il primo e unico Premio Oscar alla Carriera mai assegnato a un costumista nel mondo, conferito al grande Maestro Piero Tosi. Sono quattordici, invece, le nomination agli Emmy Awards con conseguenti cinque vittorie. La Festa vuole accendere i riflettori su questo enorme patrimonio di talento italiano, riconosciuto in tutto il mondo: Dante Ferretti, Francesca Lo Schiavo, Gabriella Pescucci, Maurizio Millenotti, Milena Canonero, Piero Tosi, circondati dai 300 colleghi iscritti all’Associazione, tra cui molti vincitori ai David di Donatello e ai Nastri d’Argento, saranno i grandi protagonisti presenti alla serata di venerdì 2 marzo al Palazzo delle Esposizioni di Roma.
Inoltre, saranno presentati l’Almanacco dei Soci e l’ultimo numero della rivista “Scenografia&Costume”, una pubblicazione unica in Europa già redatta in italiano e inglese, che in collaborazione con le Associazioni Europee, sarà presto diffusa in tutti i Paesi dell’Unione. Il 2 marzo, quindi, alla Festa dei 40 anni dell’A.S.C., al Palazzo delle Esposizioni di Roma, il parterre di attori, registi e produttori vede, tra i confermati ad oggi: Paolo Sorrentino, Andrea Occhipinti, Margherita Buy, Kasia Smutniak, Ferzan Ozpetek, Silvio Orlando, Pappi Corsicato, Bianca Guaccero, Sabrina Impacciatore, Valentina Cervi, Donatella Finocchiaro, Isabella Ragonese, Tosca D’Aquino, assieme ai rappresentanti delle Istituzioni, tra cui Francesco Rutelli, Roberto Cicutto, Luciano Sovena, Felice Laudadio, Cristina Priarone, Giovanna Melandri, Piera Detassis, e molti altri che si stanno aggiungendo. Madrina della serata, Claudia Gerini, con la conduzione di Laura Delli Colli, Presidente del SNGCI- Sindacato Nazionale Giornalisti Cinematografici Italiani.

C.S.

“Napoli velata” l’atteso film di Ferzan Ozpetek, in sala dal 28 dicembre

E’ disponibile nelle sale cinematografiche, da giovedì 28 dicembre, “Napoli velata” il nuovo ed atteso film di Ferzan Ozpetek.
In una Napoli sospesa tra magia e sensualità, ragione e follia, un mistero avvolge l’esistenza di una donna, Adriana, travolta da un amore improvviso ed un delitto violento.
Ozpetek, che per la prima volta sceglie Napoli come ambientazione del suo film, racconta i segreti di una città che conosce oro e polvere, una città pagana e sacra allo stesso tempo.
Nel cast: Giovanna Mezzogiorno, Alessandro Borghi, Anna Bonaiuto, Peppe Barra, Biagio Forestieri, Luisa Ranieri, Maria Pia Calzone, Carmine Recano, Isabella Ferrari, Lina Sastri, Antonio Grosso.
Adriana (Giovanna Mezzogiorno), anatomopatologo , incontra Andrea (Alessandro Borghi), un giovane uomo che la seduce e la ama una notte intera, appassionatamente. Adriana è travolta, finalmente viva. Al risveglio i due si danno appuntamento al Museo Archeologico di Napoli ma Andrea non si presenta. È l’inizio di un’indagine poliziesca ed esistenziale che condurrà Adriana nel ventre di Napoli e di un passato agghiacciante.
Ferzan Ozpetek traduce la forza dirompente della città in una struttura narrativa per sciogliere un trauma, consumato ai ‘piani alti’, perno fra passato e presente.

R.L.M.