Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di altri siti, per inviare messaggi pubblicitari mirati. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all'uso dei cookie.

Category: Musica

The Pineapple Thief feat. Gavin Harrison in Italia a febbraio 2019 per due date del “Dissolution Tour”

The Pineapple Thief, la band britannica considerata tra le formazioni più interessanti nel panorama del progressive rock degli ultimi anni, porterà in Italia il “Dissolution Tour” per due uniche e imperdibili date a Roma e a Milano, rispettivamente il 22 e il 23 febbraio 2019.
Dopo il successo mondiale di “Your Wilderness” (2016), The Pineapple Thief sono pronti ad imporsi nuovamente sulle scene musicali con “Dissolution”, il nuovo lavoro in studio in uscita il 31 agosto per la Kscope.
Anticipato dal singolo “Far Below”, già disponibile online, l’album rappresenta una tappa fondamentale nella produzione artistica della band.
“Dissolution” è infatti il primo album che si avvale della partecipazione di Gavin Harrison, membro storico dei Porcupine Tree e poliedrico batteristica di un altro grande nome del rock progressive come quello dei King Crimson.
«The Pineapple Thief è una proposta diversa con Gavin», dichiara di Bruce Soord, leader e fondatore della band, «è stato con me fin dall’inizio di ‘Dissolution’ e insieme abbiamo portato le canzoni in un territorio che non avrei mai esplorato da solo».
Attivi dal 1999 in Inghilterra, The Pineapple Thief si fanno conoscere dal grande pubblico nel 2014, grazie al successo internazionale riscosso dall’album Magnolia. La consacrazione arriva nel 2016: con Your Wilderness la band dà vita al suo progetto più ambizioso e si impone definitivamente all’attenzione mondiale.
La presenza di Harrison al fianco della formazione originaria, composta, oltre che da Bruce Soord, dal bassista Jon Sykes e dal tastierista Steve Kitch, segna il passaggio dei Pineapple Thief dal rock a sonorità più prog e libere da etichette, già testimoniate da Your Wilderness e di cui il nuovo albumDissolution costituisce il seguito naturale.
Nel 2017 il gruppo guidato da Soord, e rinforzato dalla partecipazione di Harrison alla batteria, attraversa l’Europa in un tour che culmina nello show sold out presso l’Islington Assembly Hall di Londra. Il live sarebbe poi diventato il primo “concert film” della band, dal titolo Where We Stood. Vero e proprio percorso nella carriera dei Pineapple Thief, il film ripercorre alcune iconiche performance del gruppo, dai brani dell’ultimo album, come “In Exile”, “No Man’s Land” e “The Final Thing On My Mind”, fino a classici del loro repertorio quali “Nothing At Best”, “Show A Little Love” e “Simple As That”.

 

 

C.S.

Urban Strangers: “U.S” è il nuovo album in uscita il 7 settembre

Sarà pubblicato il 7 settembre “U.S” il nuovo album degli Urban Strangers. Il loro terzo album, il primo in lingua italiana, è prodotto da Raffaele Ferrante (Rufus) ed è un mix di testi cantautorali e sound internazionale.
“Non so” è il singolo che ha anticipato l’uscita del loro nuovo progetto discografico. Il sound è un insieme di influenze provenienti dal trip hop, dalla canzone italiana e dall’elettronica contemporanea.
«”Non so” è un nuovo punto di inizio: il primo brano in italiano che descrive il nostro cambiamento. – raccontano Gennaro Raia e Alessio Iodice – Siamo felici che questa canzone possa essere una rappresentazione chiara di quello che siamo diventati e di quello che vogliamo comunicare».

R.L.M.

Trionfo per i Suck my Blues a Specchia (LE); la band è attesa il 26 agosto al Drink & Blues Festival di Tricase (LE)

Bagno di folla per i Suck my Blues in concerto a Specchia (LE) in occasione della notte bianca tenutasi tra il 12 e il 13 agosto.
Un pubblico caloroso ha accolto la band che, nel grazioso centro storico di Piazza Sant’Oronzo, ha regalato ai presenti uno show memorabile. La presentazione di “Rebirth”, il nuovo album, è stata un trionfo, una gioiosa celebrazione della vita, una esaltante condivisione di emozioni ed energia. Come accade in ogni appuntamento, il gruppo incanta la platea con la propria musica e con performance travolgenti.
I Suck my Blues sono destinati a lasciare un segno indelebile nel panorama musicale.
Intanto, l’avventura “on the road” continua e cresce l’attesa per la prossima tappa del “Rebirth Live Tour” prevista il 26 agosto al Drink & Blues Festival di Tricase (LE).

I Suck my Blues è il gruppo salentino fondato da Cafiero (cantautore, musicista, produttore). A quattro anni dall’album “Suck my Blues” la band, rinnovata nella formazione, è tornata sulla scena musicale con “Rebirth” ed un tour appassionante.
“Rebirth” racchiude brani energici in lingua inglese ed afferma l’identità del collettivo con un sound che spazia dal blues al rock fino giungere a sonorità elettroniche.
I Suck my Blues sono: Cafiero (all’anagrafe Salvatore Cafiero, voce e chitarra), Tonio Longo (basso), Filippo Longo (batteria) e Michele D’Elia (elettro synth).

 

 

Redazione LU Magazine