Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di altri siti, per inviare messaggi pubblicitari mirati. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all'uso dei cookie.

Category: Eventi

Mannarino il 25 luglio al Rock in Roma

A poche date dalla fine del tour “L’Impero Crollerà”, che sta portando a Mannarino un ulteriore grande successo sia di pubblico che di critica confermandolo come uno dei più importanti cantautori contemporanei, l’artista annuncia l’ultimo appuntamento live che avrà il sapore di una grande festa di “arrivederci” prima di una lunga pausa dedicata a nuovi progetti e alla scrittura del prossimo album.
Il 25 luglio 2018 a Roma andrà in scena un evento unico: Apriti Cielo – Il Gran Finale (Rock in Roma, Ippodromo delle Capannelle).
Un’ultima festa, per oltre tre ore di live, che vedrà Mannarino sul palco accompagnato da una straordinaria band che vedrà riuniti i musicisti di “Apriti Cielo Tour”, “RomaRio” e “L’Impero Crollerà”, insieme per ricreare quel fronte sonoro che ha reso preziose quelle esperienze. Una giornata di musica che partirà al pomeriggio con altre soprese che verranno svelate. Riuscire a raggiungere un successo nazional popolare facendo una ricerca artistica rigorosa, questo è il più grande pregio di Mannarino che percorrendo strade non convenzionali fa numeri da artista mainstream. Con l’album Apriti Cielo raggiunge il 1° posto nella classifica di vendita, la certificazione Oro e il Premio De André, e con il live – da sempre il suo più importante biglietto da visita – supera in un solo anno le 140.000 presenze.
In quasi 10 anni di attività il suo pubblico si trasforma in una vera e propria comunità fatta di persone che si incontrano, di storie, di musica e parole. Una comunità che si riconosce intorno ad alcuni ideali, che va ai suoi concerti per “stare bene” e assistere ad uno spettacolo di altissima qualità, sia che si tratti di una festa che di uno show più intimo, perché ad ogni modo sarà un rito collettivo da non perdere.

 

 

C.S.

Marcella Bella al Teatro Acacia di Napoli, giovedì 26 aprile, unica tappa in Campania

Dopo il ritorno discografico di Marcella Bella con “Metà amore metà dolore”, album prodotto da Mario Biondi per l’etichetta Beyond e distribuito da Artist First, la cantante siciliana è partita con il suo nuovo tour lo scorso 22 marzo da Catania, sua città natale. Giovedì 26 aprile alle ore 21 è attesa a Napoli, al Teatro Acacia, per l’unica tappa in Campania.
Lo show sarà una sorta viaggio che ripercorre la carriera di Marcella Bella: lei stessa, oltre a cantare, sarà la voce narrante che accompagnerà il pubblico alla scoperta della sua storia in musica. Uno spettacolo nello spettacolo tra i brani del nuovo album, “Metà amore metà dolore” e quelli storici che l’hanno portata ad essere una tra le voci italiane più amate.
Per l’ultima produzione discografica pubblicata nel settembre dello scorso anno, Marcella si è lasciata trasportare con curiosità e naturalezza verso nuove sonorità, svelando ogni sfumatura della sua voce eclettica. Le canzoni scritte per lei da Mario Biondi, Mogol, Max Greco, Stefano Pieroni e dai fratelli Gianni, Rosario e Antonio Bella, le hanno donato nuova linfa e hanno generato un inedito codice interpretativo da lei stessa definito ‘soul-pop’.
Ora l’icona della canzone italiana torna sul palco e porta con sé le canzoni che hanno segnato la storia degli ultimi decenni e i brani più recenti, per questo nuovo progetto live raffinato e prezioso.
Racconti, storie, aneddoti: tutto sarà corroborato da video che contribuiranno a rendere ancora più avvincente la narrazione. Ci saranno momenti toccanti dedicati a Gianni Bella, non solo fratello ma vero protagonista della canzone italiana e attore fondamentale della carriera della cantante originaria di Misterbianco, per la quale ha scritto i più grandi successi del suo repertorio.
Nella band che accompagna Marcella on stage suoneranno il fratello Rosario Bella (al pianoforte), Simona Malandrino (chitarra), Gio Filice (cori e chitarra), Tony De Luca (basso) e Roberto Palladino (batteria).
I biglietti per il concerto a Napoli, organizzato da Veragency e Azzurra Spettacoli, sono in vendita sul circuito Go2 e al botteghino del Teatro Acacia, al costo di 35 euro (platea gold), 30 euro (platea) e 25 euro (galleria), più diritti di prevendita.

C.S.

Ferruccio Spinetti nuovo direttore artistico del Premio Bianca d’Aponte

È Ferruccio Spinetti il nuovo direttore artistico del Premio Bianca d’Aponte, il contest italiano riservato alla canzone d’autrice. Una successione – dopo la prematura scomparsa di Fausto Mesolella un anno fa – che appare quasi naturale vista la stretta collaborazione artistica fra i due artisti negli Avion Travel e non solo, oltre che per la fraterna amicizia.
L’annuncio è stato dato a Napoli al teatro Piccolo Bellini nella serata finale del “Premio Bianca d’Aponte in tour”, un trittico di serate (le prime due a Milano e Roma) curato da Enrico Deregibus e Daniela Esposito allo scopo di presentare il nuovo bando e illustrare le finalità artistiche del Premio d’Aponte.
Tutto questo in vista della finale del concorso, che si terrà, come sempre ad Aversa, il 26 e il 27 ottobre 2018 e vedrà come madrina di questa edizione Simona Molinari.
Ferruccio Spinetti, contrabbassista e compositore, è negli Avion Travel dal 1990. Ha fatto parte del quintetto di Stefano Bollani “I Visionari” e del “Nada trio” con Nada e Mesolella. Nel 2003 fonda con Petra Magoni un duo per solo contrabbasso e voce che dà vita a “Musica Nuda”, un progetto che ha grandi riscontri di pubblico in Italia e all’estero.
Nel 2010 come produttore artistico e contrabbassista da vita al cd “InventaRio” (etichetta My Favorite Records) con la partecipazione di artisti italiani e brasiliani quali Pacifico, Dadi Carvalho, Marisa Monte ed Ivan Lins. Il cd è uscito anche in Giappone ed è stato scelto come uno tra i migliori cd di world music prodotti nel 2010.
Il bando e la scheda di partecipazione del Premio Bianca d’Aponte sono disponibili su: www.premiobiancadaponte.it.
La partecipazione è gratuita, la scadenza per le iscrizioni è fissata al 28 aprile 2018. Le dieci finaliste saranno selezionate dal Comitato di garanzia del Premio, composto come sempre da cantanti, autori e compositori di notevole rilievo nonché da operatori del settore e critici musicali. Alla vincitrice del premio assoluto sarà attribuita una borsa di studio di € 1.000; per la vincitrice del Premio della critica “Fausto Mesolella” la borsa di studio sarà di € 800. Riconoscimenti andranno anche alla migliore interprete, al miglior testo ed alla migliore musica.
Per ulteriori informazioni: info@biancadaponte.it.

C.S.