Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di altri siti, per inviare messaggi pubblicitari mirati. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all'uso dei cookie.

Category: Cinema/Tv

“Most Beautiful Island”, nelle sale dal 16 agosto, esordio alla regia dell’attrice Ana Asensio

Esce nelle sale giovedì 16 agosto, distribuito da EXIT mediaMost Beautiful Island, esordio alla regia della giovane e talentuosa attrice spagnola Ana Asensio, che vi recita anche da protagonista. Girato in 16mm, con una macchina da presa agile, il film, interpretato anche da Natasha Romanova, David Little, Nicholas Tucci, Larry Fessenden e Caprice Benedetti è stato recentemente presentato con grande successo al Festival del Cinema Spagnolo di Roma e ha vinto il Premio speciale della Giuria all’ultimo SXSW di Austin(Stati Uniti). La regista, già attrice di numerosi film e serie televisive, cala nella sceneggiatura molti passaggi da lei vissuti in prima persona quando era un’immigrata. Spunti biografici che aiutano la costruzione di un climax narrativo che caratterizza la pellicola, facendosi metafora socio-politica di un dramma – quello del lavoro e della crisi economica – che attanaglia sempre di più. Di matrice “loachiana” Most Beautiful Island, oltre ad essere uno dei film più significativi del circuito indipendente internazionale, è un’incisiva parabola sullo sfruttamento dei più deboli. Il film ruota intorno a Luciana, una giovane spagnola da poco arrivata a New York e in fuga dal proprio passato. Sola e senza documenti, il suo unico scopo è trovare un modo per guadagnare quel tanto che le permetta di sopravvivere nella Grande Mela. Un giorno riceve una proposta economicamente irrifiutabile. Le vengono offerti duemila dollari per andare ad una festa “esclusiva” vestita elegante: nessun contatto fisico, dovrà solo “reggere il gioco” degli ospiti. Luciana accetta ma la festa conduce ad una stanza misteriosa: la suspense va oltre ogni immaginazione.

C.S.

“Le vele sopra Napoli. Stazione 167” in onda stasera, 27 luglio alle 21.30, su Sky TG24

Le Vele di Scampia, raccontate dal punto di vista inedito delle forze dell’ordine.
Un ritratto dell’impegno degli uomini e delle donne dell’Arma, che ogni giorno lavorano tra ponti, ballatoi e case di uno dei quartieri più complessi di Napoli, per tutelare la legalità.
Lo racconta il documentario “Le vele sopra Napoli. Stazione 167”, in onda su Sky TG24 staseravenerdì 27 luglio 2018 alle 21.30 e disponibile su Sky On Demand.
Prodotto da Clipper Media per la regia di Claudio Camarca, il doc porta sullo schermo la quotidianità dei Carabinieri della Stazione 167, che ogni giorno lavorano nel quartiere di Scampia alle prese con arresti e perquisizioni, furti e sequestri di armi, ma anche storie di riscatto di chi sta cercando una via alternativa alla delinquenza. Le telecamere, per la prima volta al seguito delle pattuglie dei Carabinieri, restituiscono il ritratto di un territorio ricco di complessità ma che, grazie anche al costante presidio dello Stato che non lo ha mai abbandonato, cerca di emergere combattendo la criminalità.
Gli episodi di illegalità si mescolano con la quotidianità di chi vive quei luoghi, ma soprattutto con i risultati ottenuti dai rappresentati dello Stato che, con impegno incessante, hanno contribuito a decimare la criminalità presente nell’area. In quella che una volta era una delle più grandi piazze di spaccio d’Europa, oggi il numero dei reati è in sensibile calo.

 

 

 

 

 

C.S.

“Cesare Cremonini: una notte a San Siro” in onda il 17 luglio su Rai2

Una serata evento dedicata a uno dei più grandi protagonisti della scena musicale italiana contemporanea: Cesare Cremonini. E un luogo simbolo, il tempio dei live del nostro Paese: lo Stadio di San Siro. E’ “Cesare Cremonini: una notte a San Siro”, un appuntamento speciale che Rai2 proporrà martedì 17 luglio in prima serata che verrà diffusa in simulcast su Rai Radio2.
Un omaggio fatto di musica e immagini che ha per protagonista il suo primo concerto nello stadio milanese davanti a 55 mila persone. Dalle canzoni storiche di Cesare fino al lavoro maturo e visionario dell’ultimo disco “Possibili Scenari”, il “miracolo pop” di Cesare Cremonini continua nello spettacolo evento dell’estate 2018.

 

 

 

 

 

C.S.