A “Titolo V”, il 27 novembre su Rai3, Napoli che piange Maradona, la Calabria senza il Commissario, il dibattito su scuole chiuse e piste da sci

Il viaggio di “Titolo V” partirà questa settimana dalle strade di una Napoli in lutto, rimasta orfana di Diego Armando Maradona. Con il sindaco Luigi De Magistris si parlerà di un simbolo, un uomo che ha saputo entrare in sintonia con una città come lui piena di contraddizioni.

Venerdì 27 novembre alle 21.20 su Rai3, il programma, condotto dagli studi Rai di Napoli e Milano da Francesca Romana Elisei e Roberto Vicaretti, proseguirà affrontando i temi caldi dell’emergenza pandemia con il coordinatore del comitato tecnico scientifico Agostino Miozzo, dalla riapertura delle scuole allo scontro tra Governo e Regioni per quella degli impianti sciistici, passando per il dibattito sul Natale con le misure previste in Italia. In collegamento, i corrispondenti Rai da Londra, Parigi e Berlino per raccontare come nel resto d’Europa ci si prepara alle festività.

Dopo le rivelazioni che hanno portato alle dimissioni del generale Saverio Cotticelli, Walter Molino continuerà a indagare sulla spaventosa voragine del bilancio della sanità calabrese. Nella regione, dove ancora manca il nuovo commissario “ad acta”, infuriano le polemiche su ben 18 nosocomi chiusi tra continui rimbalzi burocratici di responsabilità e la decisione di affidare la gestione di nuovi ospedali da campo ad Emergency e Gino Strada.

L’inchiesta sulla sanità di Titolo V andrà però oltre il covid, con le testimonianze e le denunce di medici e malati che, con intere strutture riconvertite completamente all’emergenza virus, non riescono a provvedere alle cure per altre gravi patologie e malattie mortali.

Tra gli altri ospiti, oltre alla consueta presenza del costituzionalista Francesco ClementiPierpaolo Sileri, viceministro della Salute; Simona Sala, Direttore di Rai Giornale Radio e Radio1; il sindaco di Bergamo Giorgio Gori; il procuratore capo di Catanzaro Nicola Gratteri; il segretario generale della Cgil Maurizio LandiniEvelina Christillin, presidente del Comitato promotore di Torino 2006 e vicepresidente vicario dei XX Giochi Olimpici Invernali di Torino, attualmente alla guida della Fondazione Museo Egizio di Torino; il giornalista e conduttore di Radio24 Sebastiano Barisoni; gli editorialisti de La Stampa Marcello Sorgi e del Corriere della Sera Marco Demarco.

 

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi