Elisabetta Centore in scena ad Aosta, il 4 novembre, con “Pulcinella, dal corpo all’anima”

Lunedì 4 novembre l’attrice e regista Elisabetta Centore si esibirà ad Aosta in una performance dedicata alla Commedia dell’Arte, dal titolo “Pulcinella, dal corpo all’anima”, presso la Sala Espositiva Finaosta (Via B. Festaz, 24). La talentuosa artista porterà in scena la più popolare maschera di Napoli, che incarna l’anima della città e del suo popolo, con tutte le sue peculiarità. Elisabetta Centore ha dichiarato: “Il personaggio di Pulcinella è forse il più completo, e al tempo stesso, più complesso della Commedia dell’Arte. Con questa performance teatrale si ha la possibilità di veder sviluppato il duplice aspetto dell’essere umano: il nutrimento del corpo e quello dell’anima. Pulcinella ha sempre e comunque fame. Una fame atavica, fame insaziabile di cibo e di vita. Ha fame di conoscenza, di curiosità, di amore, di amicizia. Passa con estrema naturalezza dal sorriso al pianto, il suo lato gioioso si mescola con una melanconia secolare. La messa in scena prevede tre momenti precisi e diversi fra loro, il primo è pura mimica : il gesto si sostituisce completamente alla parola, il secondo è il banchetto di Pulcinella il nutrimento del corpo, infine il terzo è il testamento, la preghiera di Pulcinella, l’anima del personaggio che parla all’interprete e le lascia in “eredità” se stesso, con melanconica saggezza”.
L’evento, organizzato dall’ Associazione Artisti Valdostani, si preannuncia interessante e suggestivo. Per l’occasione, la pittrice Delia Saba ha realizzato l’opera “L’anima di Pulcinella” dedicata all’attrice Elisabetta Centore, esposta nella mostra “40 Anni d’Arte”, visitabile fino al 4 dicembre.

Elisabetta Centore nasce a Nazzano in provincia di Roma il 5 Giugno 1963. Attrice e caratterista,  la sua formazione professionale inizia con il Laboratorio di Teatro d’Avanguardia diretto da Renato Mambor  e Marco Baliani. Successivamente , con il gruppo La Zavorra, diretto da Pietro De Silva e Patrizia Loreti allievi di Gigi Proietti , si specializza nel teatro comico . Frequenta Masterclass importantissime dirette da straordinari Maestri del Teatro Italiano ed Internazionale , primo fra tutti Aldo Trionfo , seguiranno poi altre due al Piccolo di Milano dirette da Lluis Pasqual per il Teatro di Federico Garçia Lorca (Mariana Pineda e Donna Rosita Nubile) fino ad arrivare, a diplomarsi, come Colombina, nello Stage Internazionale di Commedia Dell’Arte diretto da Antonio Fava. Nel 2008 frequenta lo Stage indetto dalla Comunità Europea per la riqualificazione dell’Attore diretto da Sergio Ammirata. Altre due importanti Masterclass la guideranno nella crescita professionale, la prima con Luca Ronconi al Teatro Argentina di Roma per la messa in scena de IL VENTAGLIO di C.Goldoni , l’altra al Teatro Valle di Roma con l’attrice Mariangela Melato per la messa in scena de IL DOLORE di Marguerite Duras . Sotto la guida di alcuni fra i più importanti registi teatrali recita in teatri romani come il Piccolo Eliseo, Teatro dell’Orologio, Teatro in Trastevere, L’Anfitrione. Dei Cocci, Euclide fino ad arrivare alla Quercia del Tasso, manifestazione teatrale storica dell’Estate Romana. Recita in importanti Rassegne (Riso Rosa, Comica Donna, Concerto di Prosa “Premio Lumiere”) a fianco di Lella Costa, Giorgia Trasselli, Serena Dandini, Maria Teresa Ruta. Importante incontro è quello con Walter Chiari che la definisce “attrice di carattere”. Uno degli spettacoli più significativi per la sua carriera teatrale è certamente L’Altro Figlio di Luigi Pirandello per la regia di E. Prosperi. Nel 1992 Mario Monicelli, maestro della Commedia all’Italiana, la dirige in “Parenti Serpenti” al fianco di attori quali Paolo Panelli, Alessandro Haber, Marina Confalone, Monica Scattini, Cinzia Leone, Pia Velsi . In Televisione è stata ospite nella terza puntata di “Racconti di Vita”, (RAI 2) ,dedicata alla grande attrice Anna Magnani, insieme al figlio Luca Magnani, Gene Lerner e Lea Massari.
Per Film Dossier (RAI 2) è nel cast di “Una vita sottile” per la regia di Gianfranco Albano.
Nel 1990 crea l’Associazione & Compagnia “TEATROANTICO”, in cui riveste il duplice ruolo di attrice  e capocomico . Gli Spettacoli che dirige sono una sorta di trade-union tra il “Metodo” Stanislavskijano e “l’Arte della Commedia” di Eduardo De Filippo. Con la messa in scena di Natale in Casa Cupiello, (ottiene i diritti in esclusiva nazionale per l’intero anno 2000 ) nella versione originale del 1932 di Eduardo De Filippo entra a pieno titolo fra i festeggiamenti del centenario della nascita dell’artista partenopeo e viene recensita su una fra le più importanti riviste del settore teatrale italiano: PRIMAFILA.
A 110 anni dalla nascita, porta in scena uno fra i più bei drammi di UGO BETTI: La Casa Sull’Acqua (Maggio 2002).La messa in scena di questo dramma è arricchita dalle musiche originali di Luigi Astori; le foto di scena di Achille Le Pera , sono state esposte in una Mostra dedicata ad Ugo Betti  al Teatro Valle di Roma  nel mese di Dicembre 2003 in occasione della presentazione del Libro : Il Teatro nelle fotografie di  Tommaso Le Pera (Pirandello) .
Con la commedia Frate’ e ‘Sore di Aldo Fumo vince il Primo Premio del I° Concorso di Teatro Dialettale per la migliore messa in scena.
Per l’ESTATE ERETINA 2004  mette in scena l’Atto unico “Tutti Avvelenati “uno scenario della migliore tradizione partenopea di Commedia dell’Arte, di Pasquale Petito .
Con la messa in scena di Mela di Dacia Maraini (ha ottenuto i diritti di rappresentazione nel 2006 e li detiene per i tre anni successivi) viene recensita sulla più importante e antica   rivista del settore teatrale italiano: SIPARIO (nel numero che festeggia il 69 ° anno di uscita ininterrotta). L’articolo contiene la recensione della stessa autrice che ha assistito alla rappresentazione dello spettacolo insieme ad Arnaldo Ninchi , grande attore e regista di Teatro Pirandelliano .
Nel 2007 è la volta di “Commedianti” frizzi, lazzi e  vezzi dei Comici Italiani dal 1500 in su…. Uno spettacolo a se di cui è anche autrice, una sorta di scatola magica con attori, danzatori e cantatrice. Andando indietro nel tempo, nella seconda metà del 1500 intraprendendo un viaggio come facevano i veri Commedianti
Dal 2010 a tutt’oggi partecipa agli eventi della Giornata Mondiale della Commedia dell’Arte che si svolge il 25 Febbraio di ogni anno, mettendo in scena spettacoli che vedono protagonisti i personaggi originari della Commedia come Colombina e Pulcinella di cui ne veste i panni.
Per l’ESTATE ROMANA , con la Compagnia “LA PLAUTINA” diretta da Sergio Ammirata, all’Anfiteatro della Quercia del Tasso, ha interpretato il ruolo Dejanira ne LA LOCANDIERA di C.Goldoni . Negli anni a seguire è fra gli interpreti delle Commedie NON TI RICONOSCO PIU’ di Aldo De Benedetti, ANFITRIONE di Plauto, LA TREDICESIMA FATICA DI ERCOLE di S.Stern, LISISTRATA di Aristofane. Quest’anno (Estate 2019) Sergio Ammirata l’ha scritturata per la 50esima stagione estiva per interpretare il personaggio di Cleostrata in “CASINA” di Tito Maccio Plauto .
Insegna Teatro ed Arti Sceniche in Laboratori per ogni fascia d’età dai 7 agli 11 anni, dai 12 ai 16 anni ed il corso per adulti che va dai 17 anni in poi.

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi