Lo spuntino aumenta l’attenzione di chi lavora di notte

Una ricerca condotta dall’Università dell’Australia meridionale, pubblicata sulla rivista scientifica Nutrients, attesta che i lavoratori notturni sono più vigili e produttivi concedendosi uno spuntino.

Gli studiosi hanno analizzato 44 persone con turni di lavoro simulati per una settimana valutando l’impatto di tre condizioni alimentari diverse: un pasto che comprendeva il 30% dell’apporto energetico di una giornata (ad esempio un panino, una barretta al muesli e una mela), uno spuntino che comprendeva il 10% dell’apporto energetico (ad esempio, solo la barretta al muesli e la mela), il digiuno. I pasti dovevano essere consumati entro mezzanotte e mezza.

I risultati hanno mostrato che mentre i partecipanti che avevano digiunato o mangiato il pasto più sostanzioso avevano avuto un aumento della sonnolenza, dell’affaticamento ed una riduzione del vigore durante il turno di notte, quelli che avevano consumato uno spuntino si sentivano meno stanchi ed avvertivano meno sonnolenza.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi