Milazzo (Me) promuove il volontariato medico per i più bisognosi

“Milazzo, città dalle mille contraddizioni”. Quante volte l’abbiamo scritto a proposito di questa realtà così incredibilmente difficile da definire per le sue tante controversie politiche, sociali e ambientali che fanno capo principalmente alle Istituzioni locali e anche ai cittadini stessi. Tuttavia, proprio quando pensi che questa bellissima città ricca di storia e bellezze naturali sia nell’impossibilità di costruire un futuro che lasci spazio alla speranza, ecco che devi ricrederti almeno per quanto riguarda la capacità di saper gestire il proprio volontariato in maniera davvero ammirevole.
Domenica 21 Ottobre 2018
, infatti, nel quadro del Anniversario dello Studio Medico “JESHUA”, sarà organizzata la “Giornata della Prevenzione e visita gratuita” nella centralissima Via Giacomo Medici di Milazzo. Un evento di grande spessore sociale e culturale che prevede anche una serie di concerti di opera lirica e musica classica presso la storica Chiesa San Giacomo. Ma che cos’è lo studio medico JESHUA? Si tratta di uno studio nato a Milazzo nel 2016 per volere della dottoressa Erika Cusumano, anima e insostenibile coordinatrice che è venuta a mancare recentemente. Fu sua l’idea di inaugurare nella città mamertina uno studio di medici specialisti che dessero un apporto professionale in maniera gratuita a coloro i quali, per evidente disagio sociale, non possono sostenere le spese relative alla consulenza medica e all’acquisto di farmaci. Un bellissimo esempio di civiltà e di volontariato, che soprattutto ai giorni nostri non è così consueto. Lo studio medico “JESHUA”, collocato nei locali della Parrocchia Sacro Cuore di Milazzo, fa parte dell’associazione per il volontariato “Il Pozzo di Sicar”. Statistica vuole che nell’anno 2017/18 siano state registrate ben 316 visite di cui 57 pediatriche. Un chiaro interesse da parte dei pazienti meno abbienti della città mamertina, i quali possono usufruire di visite specialistiche come quelle cardiologiche, vascolari, radiologiche, oculistiche, otorinolaringoiatriche, dermatologiche, ostetriche, ginecologiche e psichiatriche. Dunque, problemi di salute che vengono curati gratuitamente a una fascia numerosa della popolazione di Milazzo che ha seri problemi economici. Come dicevamo pocanzi, l’evento culturale “Giornata della Prevenzione” prevede visite mediche gratuite ad adulti e bambini in Via Giacomo Medici dalle ore 9,30 alle 13,00. Poi, a partire dalle ore 18,15 presso la Chiesa San Giacomo ci sarà il Concerto “R4E” (Requiem for Erika) eseguito dal Maestro G. De Luca (clarinetto), F. Leto (chitarra classica), A.Gitto (pianoforte), M.Gitto (percussione). A seguire si potrà assistere al concerto del Maestro Christian Gravina con la partecipazione di Riccardo Ferro, che saranno accompagnati al pianoforte dal Maestro Antonio Gennaro. Possiamo dunque definire questo evento di Milazzo, come un appuntamento che si prefigge di allargare dal punto di vista dell’immagine, un messaggio che si interpone fra volontariato medico sociale e cultura musicale di impronta classica, capace di sensibilizzare maggiormente l’ambiente sanitario ad unirsi per il bene comune. Il nostro plauso va dunque ai medici volontari dello studio JESHUA, agli organizzatori della “Giornata della Prevenzione”, agli artisti che si prodigheranno nel promuovere la causa sociale, e a quei cittadini di Milazzo capaci di distinguersi nel promuovere certi progetti di volontariato che fanno grande un popolo.

 

 

Salvino Cavallaro

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi