Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di altri siti, per inviare messaggi pubblicitari mirati. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all'uso dei cookie.

“Pechino Express. Avventura in Africa” da giovedì 20 settembre in prima serata su Rai2

Oltre quindicimila chilometri, attraversando l’Africa da Nord a Sud, dal deserto all’oceano: è il viaggio più lungo di sempre quello affrontato dalla settima edizione di “Pechino Express. Avventura in Africa”, prodotto da Rai in collaborazione con Magnolia (Banijay Group). Dieci puntate, in onda da giovedì 20 settembre alle 21.10 su Rai2.
A guidare gli spettatori è ancora Costantino della Gherardesca, che, oltre ad assegnare missioni ai viaggiatori, si calerà in prima persona nelle usanze locali.
Protagoniste le otto coppie in gara, che affronteranno sfide di ogni tipo: Le Coliche (Fabrizio e Claudio Colica); Le Mannequin (Linda Morselli e Rachele Fogar); I Mattutini (Adriana Volpe e Marcello Cirillo); I Poeti (Mirko Frezza e Tommy Kuti); I Promessi Sposi (Roberta Giarrusso e Riccardo Di Pasquale); I Ridanciani (Tommaso Zorzi e Paola Caruso); Le Signore della Tv (Patrizia Rossetti, Maria Teresa Ruta); I Surfisti (Andrea Montovoli e Francisco Porcella).
Il loro viaggio parte dal Marocco, con il suo profumo di spezie, il suo inconfondibile colore rosso, il deserto del Sahara, l’altipiano dell’Atlante e le sue antiche città. Si prosegue poi verso la Tanzania, terra al confine tra natura e civiltà, dalle alte cime montuose alle candide spiagge di Zanzibar, per arrivare in Sudafrica, tra paesaggi mozzafiato, canyon, riserve di animali selvaggi e scogliere a picco sull’oceano.
Così – dopo aver esplorato l’Estremo Oriente nella scorsa edizione – le otto coppie in gara quest’anno dovranno misurarsi con una terra selvaggia e incontaminata, un continente misterioso e affascinante, culla di antiche civiltà e dell’intera umanità: l’Africa.

LA GARA

Circa 1.800 ore di riprese in 6 settimane con 14 telecamere, 20 micro-camere, 1 drone, per raccontare la più avvincente e avventurosa gara della TV italiana.
Come sempre, le coppie dovranno spostarsi da una tappa all’altra contando solamente sulla propria resistenza fisica, sull’intraprendenza, sulla capacità di adattamento e sullo spirito di iniziativa. Avranno a disposizione uno zaino con una dotazione minima e 1 euro al giorno a persona in valuta locale. Dovranno affrontare sfide, superare prove e arrivare alla meta finale. Per la coppia vincitrice, un premio in denaro da devolvere all’organizzazione non governativa Amref per attività benefiche nel continente.

L’ITINERARIO

Oltre 15 mila i chilometri percorsi dal cast e da una troupe composta da più di 100 persone, suddivisa in 15 unità, professionisti provenienti da Italia, Belgio e tutti i paesi visitati, coinvolgendo anche lavoratori locali. Si tratta del tragitto più lungo mai realizzato di tutte le edizioni di “Pechino Express” in tutto il mondo.
Si parte dalla porta d’Africa, dalla medina dell’antichissima Tangeri, la città delle spie che ha affascinato scrittori e artisti, “il polso del mondo che –scriveva William Burroughs – si estende dal passato al futuro, dove nessuno è ciò che appare”; e si prosegue verso la spettacolare città blu, Chefchaouen, Fez, il deserto del Sahara, tra le tribù Berbere, Ouarzazate, Marrakech fino a raggiungere Casablanca, con la sua Corniche e le immense moschee.
Le coppie saranno poi catapultate nel cuore del continente africano, nell’incontaminata Tanzania – tra maestosi animali, paesaggi sconfinati e lo spettacolare Kilimangiaro – e concluderanno il percorso nella Repubblica Sudafricana, con i suoi immensi parchi e le frenetiche città.

PECHINO EXPRESS: LE TAPPE 2018
Si tratta del tragitto più lungo di tutte le edizioni di “Pechino Express” in tutto il mondo.
La settima edizione del programma sbarca, per la prima volta, in Africa alla scoperta di tre grandi paesi: Marocco, Tanzania e Sudafrica.

C.S.