Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di altri siti, per inviare messaggi pubblicitari mirati. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all'uso dei cookie.

Briga a Mugnano di Napoli sabato 16/6: presenterà al pubblico “Che cosa ci siamo fatti”

Briga sarà a Mugnano di Napoli, sabato 16 giugno presso il CC Auchan (via Pietro Nenni, 54 – ore 17.30), per presentare al pubblico “Che cosa ci siamo fatti” (Honiro Label/Sony Music) il nuovo progetto discografico di inediti che segna il cambiamento nel percorso artistico del cantautore romano.
Ho scritto e suonato il disco che desideravo da tempo facendo leva sulle esperienze accumulate nella mia vita fatta di musica, libri, viaggi, persone, amori, quartieri, calcio, vizi e domande. Per questo nuovo album ho scelto di stravolgere il mio stile musicale – un disco con l’anima e con le ali, malinconico, sfrontato, elegante e tachicardico, onesto e fedele a me stesso – e di assecondare questo cambiamento su tutto il piano della comunicazione, anche e soprattutto a livello iconografico: già dal nuovo shooting che mi ritrae, infatti, emerge la volontà di rimarcare l’idea del concept-album con la scelta di location suggestive ed evocative…un supermarket notturno, una piscina vuota o un vecchio tram degli anni 50”.
La crescita stilistica è evidente nell’album più maturo di Briga, un “concept” sull’incapacità relazionale dei ragazzi, sulle loro insicurezze, che confondono la richiesta d’amore con una richiesta di aiuto: 11 canzoni e una “ghost track”, con una linea musicale omogenea, quasi fosse un’opera in più atti, in un’escalation di emozioni.
“Che cosa ci siamo fatti” arriva dopo gli album “Alcune Sere”, “Never Again”, “Talento” – ispirato dal viaggio emotivo del suo romanzo,“Novocaina’ – Una storia d’amore e di autocombustione” (Rai Eri/Ninho de Rua), pubblicato lo scorso anno – ed è ricco di sonorizzazioni e soggetti cinematografici tanto da immaginare che, presto, possa diventare un film (magari con la regia dello stesso Mattia!?).

 

 

 

 

R.L.M.