Luca Napolitano: “Oggi sono un cantautore e un musicista consapevole”

Luca Napolitano

Luca Napolitano, cantautore e polistrumentista, sta per tornare sulla scena musicale con un lavoro discografico sorprendente. Conclusa con successo l’esperienza “live” a Casa Sanremo 2017, l’artista si sta totalmente dedicando alla lavorazione del suo quinto album in studio, che sarà lo specchio di una maturità artistica e personale acquisita con l’apprendimento, l’esperienza, e la passione di chi ama la propria professione.

Luca, sei stato recentemente ospite a Casa Sanremo, come hai vissuto questa bella esperienza?

L’esperienza sanremese è sempre un’opportunità ed una vetrina importante. Sono stato felice di essere tra gli artisti ospiti di Casa Sanremo, che in questo 2017 ha compiuto dieci anni. Con piacere ed orgoglio sono tornato nella città ligure proponendo alla platea del Palafiori un medley caratterizzato dai miei brani ed un personale omaggio a Luigi Tenco. Inoltre, è stata l’ occasione per incontrare colleghi, musicisti, giornalisti, produttori.

Il tuo ultimo singolo “Ci Whatsappiamo” è un brano che ha sapore di modernità e racconta di come sono cambiati i rapporti con l’avvento dei social e delle app nella società odierna. Come mai hai scelto di trattare questa tematica?

“Ci Whatsappiamo” affronta le tematiche dei social, ma non solo, diciamo che ne dà una lettura profonda. Snocciola quelli che sono i punti salienti delle realtà virtuali, i suoi incastri psicologici, la sua visione superficiale delle cose e delle persone ed allo stesso tempo evidenzia la sua potenzialità se usata bene. Ho scelto questa tematica dopo un’ attenta osservazione della realtà ed essendo un social attivo, sia nella vita privata che in quella artistica, ho voluto raccontare in una canzone i pericoli e le opportunità che offrono i social network.

Cantare è…?

Donare me stesso, tutto ciò che sono, tutto ciò che ho. Significa passione , lotta e perfezione.

Quanto ha influito sulla tua carriera il format “Amici” di Maria De Filippi?

“Amici” è stata una vetrina/palestra importante. Il talent mi ha reso noto al grande pubblico segnando il mio percorso artistico che si è evoluto negli anni. Anni di lavoro durante i quali mi sono messo alla prova: ho imparato ad ascoltarmi, a riscoprire nuovi lati della mia personalità. Ho coltivato il dono della scrittura, diventando autore di tutti i miei brani.

luca_napolitano_

A quale dei tuoi album ti senti più legato?

Con il primo album ho un legame inscindibile perchè rappresenta la prima vera realizzazione. Sono molto legato al primo singolo “Forse Forse” ed anche a Maria De Filippi che lo ha considerato giusto per le mie corde. Il primo EP mi ha consacrato nel firmamento della musica italiana ed è il disco che ha creato un legame forte tra me e il mio pubblico.

Sei testimonial nel sociale, quanto è importante per un cantante usare la sua fama a scopi benefici?

Credo che noi artisti abbiamo il dovere di donare agli altri ciò che noi riceviamo ogni giorno, con la nostra arte, mettendo la musica e la nostra vita anche al servizio del prossimo e di chi ha bisogno di noi.

Chi è Luca Napolitano oggi?

Un cantautore e un musicista consapevole.

Progetti imminenti?

Attualmente sono impegnato con la realizzazione del nuovo album. Nel progetto troverete tante sfumature e lati inediti della mia persona; un uomo maturo, critico e realista, che vuole più fuoco nella propria vita.

 

 

Anna Lamonaca

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi